Positivo il Bilancio FaCe per il 2011

01 Maggio 2012

Relazione bilancio 2011

 

 

E’ con piacere che annunciamo per il 2011 un bilancio in attivo, pur in un momento estremamente difficile per l’intero Paese che anche per noi ha provocato la presenza di minore entrate.

Sicuramente questo è dovuto a un maggior contenimento delle spese straordinarie, mentre si è cercato di mantenere invariate quelle relative alle attività ordinarie rivolte ai ragazzi, come potrete verificare dalla successiva esposizione.

PISCINA l’associazione ha mantenuto anche per l’anno in corso la gestione delle due ore settimanali presso la Piscina di via Gattalupa grazie anche alla collaborazione del CSI che mette a disposizione gratuitamente i bagnini e la Pol. Reggio United per l’iscrizione al CSI. La partecipazione rimane costante anche se da settembre non partecipano più gli amici di Scandiano in quanto i Servizi sociali non possono più garantire loro la compresenza di un operatore.

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO LE PAROLE DELLA DISABILITA’ Durante l’anno sono continuati gli incontri del tavolo allargato tra operatori e genitori con l’obiettivo della pubblicazione del lavoro svolto essendo ormai in vista della conclusione del progetto. Dopo varie perplessità e ormai privi assolutamente di fondi, l’ultimo anno e mezzo il Dott.Lanzafame,coordinatore del progetto,ha svolto il suo importante compito a titolo volontario. Da sottolineare che per i genitori è sempre stato sempre un contributo volontario all’iniziativa.

Finalmente si è visto concretizzato un lavoro durato ben sei anni. E’ stato un lavoro lungo ma dove ancora una volta la voce e i pensieri della Fa.Ce. hanno avuto modo di essere di stimolo e traino per un lavoro di cui si sentiva forte il bisogno.

Lo scorso 20 aprile 2012 alla Sala Zavattini si è svolta con successo la presentazione dei Quaderni “Abecedario degli Operatori” e “Ricominciamo da noi” al termine del progetto “Le Parole della Disabilità” , fortemente voluto dalla Dott.ssa Laura Mauri del Servizio Disabili Adulti quale proseguimento dei Quaderni della Face, con lo scopo di aggiungere un’altra voce parte importante del progetto di vita dei nostri figli, quella degli operatori. Nel corso della presentazione è uscito prepotentemente, oltre al lavoro e all’impegno del gruppo di lavoro, anche l’emozione e il coinvolgimento creato da questo progetto, ma soprattutto la volontà di proseguire su questa strada con nuovi obiettivi che possano continuare a migliorare i rapporti fra tutti i soggetti coinvolti.

SPORTELLO PER L’AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO Dal 13 marzo2012 è attivo presso il Tribunale di Reggio Emilia uno sportello a cui ci si può rivolgere per informazioni e assistenza in merito all’Amministratore di Sostegno; un servizio pensato per agevolare i cittadini e i familiari di soggetti deboli nella compilazioni di atti e procedure.

Il progetto risponde ad esigenze informative, promozionali e formative espresse dalla comunità locali e regionale sul tema dell” amministratore di sostegno che è una figura istituita con la legge n. 6 del 2004 a tutela di chi, pur avendo difficoltà nel provvedere ai propri interessi, non necessità di ricorrere all’interdizione o all’inabilitazione.

Il progetto è un progetto sovraprovinciale promosso da Fa.Ce., Sostegno e Zucchero, ABC con il coordinamento di Anna Ganapini di DarVoce , che ringraziamo per la sua competenza e dedizione a questo importante progetto.

Per giungere a questo traguardo nel 2011 si sono susseguiti diversi incontri prima con Dar Voce poi con il Presidente del Tribunale, dottor Francesco Maria Caruso, che con determinazione si è impegnato per riuscire in tempi ragionevoli a sottoscrivere un protocollo d’intesa tra Tribunale di Reggio Emilia, DarVoce, Comune di Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia, Unione dei Comuni Tresinaro Secchia, Ausl di Reggio Emilia e Ass.ni di volontariato, in favore del progetto provinciale “Non più soli” per la promozione, la formazione e l’accompagnamento dell’amministratore di sostegno.

Lo sportello sarà gestito esclusivamente da volontari debitamente formati per questo servizio.

Si tratta delle prima esperienza di questo genere in tutta la Regione Emilia Romagna.

Dal sito www.tribunaledireggioemilia.it sarà possibile ottenere informazioni e prenotazioni, scaricare in formato pdf i moduli e predisporre autonomamente i documenti necessari.

POMERIGGI ALLA FA.CE. : Continuano con una frequenza di venti ragazzi inseriti dall’UVH del Servizio Handicap Adulto del Distretto di Reggio Emilia.

Si sono svolti vari incontri fra Servizi, FCR e Coop.Anemos in fase di rinnovo della convenzione ed è stata riconosciuta ancora una volta la valenza di questo progetto tanto da non comprometterne il finanziamento da parte di FCR, almeno per questo anno. A carico della FaCe rimangono come sempre la concessione della Sede, il rifornimento di merende e materiali e l’erogazione di 5000 euro alla Coop:Anemos. Questi incontri sono stati sollecitati da Fa.Ce anche in seguito alle difficoltà di collaborazione che si erano presentate. A questi incontri oltre alla presenza della Presidente e della Vice presidente abbiamo richiesto che potessero partecipare Silvia Bertolini, come rappresentante del consiglio e ex educatrice, e un genitore non particolarmente legato alla storia dell’associazione, per una maggiore obiettività.

Da parte dei Servizi si è sempre riscontrata una nutrita e attenta partecipazione. Nella nuova convenzione siamo riusciti ad ottenere maggiore coinvolgimento dei Servizi, soprattutto in fase di verifica e di progettazione.

Per il progetto Reggiani Per Esempio la FaCe si è dotata di attrezzatura informatica di buon livello anche grazie ad una generosa donazione; sono avvenuti e proseguiranno incontri di formazione sia per gli operatori che per i ragazzi; il progetto prosegue con tempi più lenti di quelli previsti, ma questo non comporta alcuna variazione sugli obiettivi iniziali. Per arricchire l’attrezzatura si è acquistato anche un tablet che permetterà una sempre maggiore partecipazione dei ragazzi interessati.

A completamento del lavoro svolto in sede hanno mantenuto il contatto con il Territorio con delle uscite rivolte ad arricchire le loro conoscenze tecniche (es Telereggio) e di cultura generale (es Museo del Tricolore).

Come avete potuto notare la Sede ha cambiato aspetto anche grazie alla donazione di arredi da parte di Niki; arredi che erano dell’ufficio di Carlo, quindi un pezzetto di lui si è aggiunto ai tanti che ancora sono presenti in FaCe.. Questo ha contribuito a dare anche un impegno organizzativo sia ai ragazzi che agli operatori (ogni cosa al suo posto, colori, materiali, ecc….) visto che ora gli spazi ci sono.

Gruppo mamme volontarie. Grazie all’impegno costante di Nanda si è formato un gruppo di mamme e volontarie che si incontrano una volta a settimana in sede per dar vita a manufatti che verranno poi esposti nelle nostre bancarelle. E’ grazie a loro e al loro impegno che anche quest’anno la bancarella del Natale a Meridiana ha avuto un grandissimo successo.

Come dobbiamo ringraziare chi ha dato il suo tempo per allestire e gestire la bancarella della Giareda e di Festa Reggio,quest’ultima ci ha dato visibilità in una realtà che non avevamo mai sperimentato e che ci ha accolto con calore.

MONTAGNA:

Proseguono gli Extra-Time con due incontri settimanali in Palestra seguiti da quattro insegnanti laureati in scienze motorie.

Uno spazio acqua settimanale alla nuova struttura L’Onda della Pietra dove i gestori ci hanno concesso oltre a un ingresso ridotto anche un’istruttrice del tutto gratuitamente; qui riscontriamo una sempre maggior partecipazione di ragazzi. Il giorno dell’Epifania è stata organizzata una Maratona di Nuoto benefica il cui ricavato è venuto a nostro favore e alla quale hanno partecipato anche i nostri ragazzi con impegno ed entusiasmo.

Un laboratorio teatrale seguito da due insegnanti si tiene presso il Teatro Bismantova di Castelnovo per gentile concessione della società che lo gestisce; la compagnia teatrale I Coccodè, ora Teatro della Pietra, ha partecipato ancora una volta lo scorso marzo al festival internazionale TeatroLab riscuotendo un notevole successo di stampa e di pubblico, sviluppando un argomento molto sentito: la migrazione fra abilità e disabilità. Allo spettacolo e al laboratorio partecipa anche un gruppo di volontari provenienti dall’Ist. Iodi – Sociale.

Il laboratorio musicale è seguito da due insegnanti diplomati al Conservatorio e si trova una volta a settimana all’Ist.Musicale Merulo seguito anche da giovani volontari alunni dell’istituto stesso, quindi con competenze musicali. Il gruppo ridotto ha effettuato una trasferta in Francia lo scorso novembre per partecipare al Festival Internazionale Orphée a Versailles quali unici rappresentanti dell’Italia. Hanno eseguito un concerto con il gruppo francese Le Percussion de Treffort composto da ragazzi disabili e professori d’orchestra. Tutto lo spettacolo è stato preparato dai gruppi separatamente, poi si sono riuniti per le prove alla vigilia dell’esibizione. E’ stato davvero un grande successo e un’esperienza molto interessante, gratificante e divertente. Dopo lo spettacolo abbiamo regalato ai ragazzi un giorno a EuroDisney e abbiamo aggiunto anche l’esperienza del ritorno in aereo. La trasferta ha richiesto anche il contributo economico delle famiglie, in quanto sarebbe stato troppo gravoso lasciare tutto a carico della FaCe. E’ prevista una replica dello spettacolo a Chambery il prossimo dicembre, pertanto si effettuerà una nuova trasferta in Francia con le stesse modalità di collaborazione con le famiglie.

La variazione di orari del laboratorio musicale ha permesso ad altri ragazzi disabili di partecipare all’attività. Qualcuno in più inizia ad essere interessato anche alle lezioni individuali di strumento.

Tutte queste attività sono frequentate da una media di 15 ragazzi provenienti da tutto il comprensorio montano con un trasporto gestito da Auser a mezzo convenzione con Face .

Il Giardino Didattico al Centro Diurno Rosa dei Venti di Castelnovo Monti, prosegue con nuovi allestimenti e sempre con il coinvolgimento dell’Ist.Motti Agrario.

Il Campo Giochi estivo si è svolto con il consueto successo soprattutto per le uscite alla peschiera I Giardini dell’Acqua di Collagna, a Cerwood, e all’Atelier delle acque alla Centrale di Ligonchio a conclusione del percorso di quest’anno che era incentrato sulle fonti energetiche.

L@bor-Impresa Laboratorio Protetto I Servizi hanno assicurato la continuità del progetto, ed è in programma l’apertura di un nuovo laboratorio a Cavola, adiacente al Centro Erika. Problema enorme rimane il reperimento di lavori da effettuare visto il momento economico tragico; per il momento i ragazzi lavorano su della bigiotteria e dell’oggettistica con evidenti difficoltà di visibilità e realizzo economico.

Bomboniere. Con l’aggiornamento del sito si è inserita una finestra dedicata all’equo e solidale con le foto delle bomboniere realizzate e dei bigliettini per Natale. Questo in Montagna ha contribuito a commissionarci matrimoni, battesimi e comunioni. Anche per questo dobbiamo ringraziare il gruppo di volontari che ha permesso di lavorare anche su grandi numeri.

Come si può vedere dalla precedente esposizione, nonostante le minori entrate e la difficile crisi economica, le attività dell’Ass.ne sono proseguite nel migliore dei modi ponendoci sempre come obiettivo la serenità e lo star bene dei ragazzi.

Questo sicuramente ha comportato responsabilità, impegni e lavoro che, sempre “i soliti noti”, hanno dovuto ritagliare fra le normali attività familiari a volte molto difficili; dimostrazione comunque di una forte volontà di far proseguire il cammino che la FaCe si è imposta.

Può succedere che il passo, per forza di cose, debba rallentare, mai lo spirito; anche nel rispetto, nel ricordo e soprattutto nell’insegnamento di Carlo, che sempre ci accompagna in ogni nostra azione, pensiero e intenzione.

Nessun commento

    Lascia un commento