Attività

I Pomeriggi alla Fa.Ce. nascono nel 1998 sotto la guida dell’educatrice Angela Rossi.
Nascono perchè cercavamo da tempo di costruire uno spazio che si differenziasse, per organizzazione e gestione, dai centri diurni già esistenti sul territorio.
Pensavamo ad un luogo che appartenesse alle ragazze e ai ragazzi che lo frequentavano, “leggero” nell’organizzazione ed estremamente strutturato nei princìpi. Un luogo dove i ragazzi scegliessero consapevolmente di venire e non fossero costretti ad esserci.
Oggi sono 4 i pomeriggi impegnati. Questo grazie ad una convenzione (si tratta della nostra prima convenzione!) fra Servizio Unificato Disabili Adulti (Comune di Reggio Emilia, Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia, Farmacie Comunali Riunite), Cooperativa Sociale Anemos e Fa.Ce.
Una delle regole Fa.Ce. è sempre stata quella di non gestire direttamente servizi rivolti ai ragazzi disabili, ma sollecitare e coadiuvare le istituzioni affinchè i servizi fossero migliori. I Pomeriggi alla Fa.Ce. sono stati un po’ una “anomalia”, in quanto si trattava, fino a ieri, di un servizio finanziato e gestito interamente dalla nostra associazione.
Per rimanere coerenti con le nostre idee (per noi un’associazione di genitori non deve gestire servizi) abbiamo iniziato, nel 2001, un lungo lavoro di confronto prima con la Cooperativa Sociale Anemos e poi con il Servizio Unificato Disabili Adulti di Reggio Emilia per creare a Reggio un progetto innovativo sul tempo libero e per fare in modo che la Fa.Ce. non si trovasse a gestire da sola un intervento così importante.
La convenzione è così strutturata: le Farmacie Comunali Riunite verseranno alla Cooperativa Anemos 15.000 euro all’anno per coprire 20 ore di attività settimanali; Anemos sarà la responsabile per il personale (Angela Rossi continuerà ad essere l’educatrice di riferimento dell’intero progetto) che coprirà 24,5 ore settimanali; la Fa.Ce. metterà 5.000 euro annui per coprire 4 ½ ore settimanali e iniziative festaiole, la sede con le rispettive utenze (affitto, riscaldamento, elettricità, telefono), il materiale di consumo necessario per le attività pomeridiane. Si tratta, come vedete, di un impegno significativo per la Fa. Ce., anche in termini economici, ma crediamo sia un passo importante per la vita dell’associazione e per allargare anche ad altri ragazzi questa esperienza che ad oggi ha dato risultati estremamente positivi.
Grazie a…
Un ringraziamento sincero a tutti coloro che hanno contribuito alla concretizzazione di questo progetto e in particolare a Elena Davoli e Daniela Scrittore dell’Assessorato Assistenza del Comune di Reggio Emilia, a Laura Mauri dell’AUSL di Reggio Emilia, a Mauro Davolio della Cooperativa Sociale Anemos, a Carlo Tirelli delle Farmacie Comunali Riunite, agli educatori Angela, Silvia, Rita e Gianluca, ai Pionieri della Croce Rossa di Reggio Emilia, ai genitori e volontari della Fa.Ce. e, soprattutto, ai ragazzi che frequentano i pomeriggi.